Covid-19: tracce del virus nelle acque di scarico di Milano e Torino da dicembre

25 June 2020

Covid-19: tracce del virus nelle acque di scarico di Milano e Torino da dicembre

 

Roma – L’Istituto Superiore di Sanità (Iss) ha rinvenuto tracce del virus Sars-CoV-2 nelle acque reflue di Milano e Torino a partire dal mese di dicembre dell’anno scorso. 

Lo studio, in via di pubblicazione, è stato condotto da Giuseppina La Rosa del Reparto di Qualità dell’Acqua e Salute del Dipartimento di Ambiente e Salute e dal suo gruppo di lavoro in collaborazione con Elisabetta Suffredini del Dipartimento di Sicurezza Alimentare, Nutrizione e Sanità pubblica veterinaria. 

L’attività di ricerca virologica ha preso in esame 40 campioni di acqua di scarico raccolti da ottobre 2019 a febbraio 2020 e 24 campioni di controllo per i quali la data di prelievo (settembre 2018 - giugno 2019) consentiva di escludere con certezza la presenza del virus. 

“I risultati – spiega La Rosa – sono stati confermati nei due diversi laboratori con due differenti metodiche e hanno evidenziato presenza di RNA di SARS-Cov-2 nei campioni prelevati a Milano e Torino il 18/12/2019 e a Bologna il 29/01/2020. Nelle stesse città sono stati trovati campioni positivi anche nei mesi di gennaio e febbraio 2020, mentre i campioni di ottobre e novembre 2019, come pure tutti i campioni di controllo, hanno dato esiti negativi”. 

Questa ricerca contribuirà a tracciare la circolazione del virus in Italia e a strutturare una rete di sorveglianza insieme ad Arpa e ad Ispra. A partire da luglio, inoltre, l’Iss avvierà uno studio pilota su siti individuati in località turistiche. I risultati potranno essere utili nel monitoraggio dei periodi potenzialmente più critici del prossimo autunno. 

Leggi la notizia

 

Responsabile della pubblicazione: Ufficio Comunicazione
Ultimo aggiornamento: 25/06/2020